top of page

Prospettive di critica femminista della scienza e di ecologia radicale


Critica femminista della scienza
Immagine: Stefan Lucut

Pubblichiamo il quinto contributo del corso di formazione «Espistemologie»: Elisabetta Donini, fisica e critica storica delle scienze, affronta il problema della costruzione di un «senso condiviso», obiettivo posto dal corso stesso. In questo spazio, sostiene, pesa profondamente lo scarto tra i due generi, tra donne e uomini o meglio tra il femminile e il maschile. La critica femminista della scienza e la prospettiva ecologica, al centro del contributo di Donini, vengono quindi affrontate a partire in particolare da due studiose, Evelyn Fox Keller e Carolyn Merchant.


* * *


Scarica qui il pdf:


Donini_Critica_femminista_scienza
.pdf
Scarica PDF • 168KB


* * *


Elisabetta Donini ha concluso la sua attività accademica come docente di Fisica presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Torino. Si è occupata di teoria delle particelle elementari, per spostare poi i suoi interessi di studio verso la critica storica delle scienze, dapprima rispetto alle contraddizioni di classe e successivamente a quelle di genere; le sue ricerche si sono inoltre incentrate sui rapporti tra scienze, genere e guerra, sulla prospettiva ecologica e

più in generale sulle culture dei femminismi.

Comentários


bottom of page